Curso de atualização no mês de julho

Questo corso di aggiornamento per insegnanti di italiano per stranieri si pone l’obiettivo di presentare contenuti culturali e socioculturali dell’Italia di oggi e aspetti metodologici e glottodidattici. Tutto il corso è inteso come una narrazione ambientata in contesti culturali italiani da cui emergono modalità operative per insegnare la lingua. I diversi capitoli di questo racconto tratteranno temi di grande interesse: il concetto di “Italiani” e “Italia” visto dagli italiani stessi e da chi li guarda dall’esterno; la canzone e la pubblicità intese come specchio del tempo, chiavi di lettura per interpretare universi socioculturali; l’opera lirica da sempre fiore all’occhiello della cultura del nostro paese e oggetto di universale ammirazione e infine le città italiane, ricche di storia e bellezza, che fanno da sfondo a un percorso di apprendimento della lingua. Il corso è ormai tradizionalmente un’occasione di incontro e scambio con insegnanti provenienti da tutto il mondo, un caleidoscopio di esperienze didattiche e sensibilità culturali.
È possibile prendere parte al corso di aggiornamento usufruendo di una borsa di studio Erasmus Plus. Il nostro PIC number è 947624429

"RACCONTARE L'ITALIA PER INSEGNARE L'ITALIANO"
Percorsi culturali e didattici attraverso l’Italia e l’italiano

PROGRAMMA DEL CORSO Nell’arco delle due settimane verranno trattati i seguenti temi:

ITALIA E ITALIANI (Nuccia De Filippo)
Percorso tematico per studenti di livello avanzato
In questa sezione sarà presentato un percorso tematico per studenti di livello avanzato che si snoda attraverso molteplici tipologie testuali e attività che ruotano attorno a un unico tema centrale: “l’Italia, gli Italiani” con l’obiettivo di presentare e indagare contenuti culturali e strutture linguistiche, valorizzando l’indelebile intreccio tra lingua e cultura. Saranno presi in esame brani letterari, canzoni, video, articoli giornalistici da cui traspariranno tic, abitudini, mentalità, modi d’essere, storia e storie di quella composita comunità che va sotto il nome di Italiani.

MELOMANIA GLOTTODIDATTICA: INSEGNARE L’ITALIANO ATTRAVERSO L’OPERA LIRICA (Roberto Tomassetti)
Si sa che l’italiano è stata, ed è, la lingua del melodramma. Oggi non sapremmo immaginare un soprano o un tenore asiatici che non conoscano l’italiano e rinuncino quindi a interpretare opere che tengono stabilmente il cartellone dei principali teatri lirici del mondo. (Luca Serianni) L'opera lirica rappresenta nell'immaginario collettivo quasi una metafora dell'Italia, un'espressione artistica che la rappresenta e quasi si identifica con una immagine stereotipata delle sue caratteristiche emotive. Persino quando l'opera in questione non sia italiana, lo spirito che la pervade sembra essere italiano, esprimendo un modo di sentire rappresentativo dell'Italia nel mondo, che si esprime attraverso la musica. Nel linguaggio delle opere il testo scritto, il libretto, si fonde con la musica, con la scena e con l'interpretazione dei personaggi a rappresentare un'ulteriore conferma del carattere italiano e della musicalità della nostra lingua, ben nota nel mondo. Insegnare l'italiano attraverso testi operistici è dunque una conseguenza quasi naturale e connaturata alle corde emotive che caratterizzano questa forma d'arte e in un certo senso anche la lingua italiana. E' però, allo stesso tempo, anche una sfida avvincente che richiede una presa di coscienza degli aspetti caratterizzanti questa espressione artistica, per valorizzarla e controllarne le complessità attraverso strategie e attività didattiche che rendano questa esperienza un' immersione totale nella lingua e nella cultura del nostro paese e un'occasione proficua di apprendimento.

RACCONTARE LE CITTÀ NELLA DIDATTICA DELL’ITALIANO (Nuccia De Filippo)
Percorsi didattici per studenti di livello elementare e intermedio
“Le città sono vivibili se si possono raccontare” diceva in un’intervista il famoso architetto Giancarlo De Carlo ed è innegabile che moltissime città italiane siano raccontabili per la loro bellezza e unicità. Alla base di questi incontri vi è l’idea di città come snodo di un percorso narrativo, inteso come viaggio nei luoghi, ma anche nella lingua e nella cultura. Le città, territori di scambio, scenario di incontri, stratificazione di storia e cultura, culla di arte e bellezze naturali diventano tappe di un itinerario linguistico e culturale attraverso la lingua italiana. Ma come raccontarle a studenti con poca competenza linguistica? Quali aspetti della loro natura fare emergere per poterne offrire una sintesi significativa? Intorno a queste domande ruoterà la nostra riflessione glottodidattica.

LA PUBBLICITÀ: UN EFFICACE SPECCHIO DEI TEMPI CHE HA RACCONTATO L’ITALIA DI IERI E DI OGGI IN POCHE PAROLE E MOLTE IMMAGINI
(Loredana Chiappini) La pubblicità, più di ogni altro genere, si presta allo sfruttamento didattico, presentando - attraverso tipologie testuali diversificate: testo iconico, testo scritto, testo orale, video – elementi linguistici e culturali interconnessi. L’analisi ed il confronto di alcuni testi pubblicitari del passato e del presente sarà occasione per conoscere ed aggiornare quelli che erano e che sono i valori culturali e sociali portanti del nostro Paese. Saranno presi in considerazione principalmente degli spot televisivi, focalizzando l’attenzione sull’evoluzione dei contenuti linguistici e culturali. Si proporranno, inoltre, modelli di estensione didattica legati al genere pubblicitario, adatti ai diversi livelli di competenza.

LA CANZONE ITALIANA TRA PASSATO E PRESENTE: EVOLUZIONE DELLA LINGUA E DEI CONTENUTI (Nuccia De Filippo )

Le canzoni cantano il loro tempo, ne rappresentano la colonna sonora, alimentandone l’immaginario e la memoria. Come sfruttare il potenziale di questo genere testuale a scopo didattico, attraverso percorsi che siano coinvolgenti per gli studenti? Il seminario prevede l’analisi dei testi di alcune canzoni, selezionate nel canzoniere italiano degli ultimi decenni, e la presentazione di modelli di estensione didattica destinati a diversi livelli di competenza linguistica.

PROGRAMMA CULTURALE Il corso verrà accompagnato da un ricco ed interessante programma culturale. Nel corso delle due settimane sono previste le seguenti attività:

INCONTRO CON LE AUTRICI LOREDANA CHIAPPINI E NUCCIA DE FILIPPO
Domande aperte alle autrici dei manuali “ Un nuovo giorno in Italia “ A1, A2, B1, Bonacci editore.

VISITE GUIDATE “DALLA PRINCIPESCA VILLA TORLONIA AL POPOLARE QUARTIERE DELLA GARBATELLA”
Passeggiate romane con la nostra storica dell’arte Stefania Vastano, esperta di storia di Roma. Stefania Vastano ha coniugato la sua passione per l’arte con la professione di docente di italiano L2, creando negli anni uno stile personale per introdurre lo studente straniero ai “segreti” della città eterna.
Sono previste due visite guidate:
Roma Liberty: Villa Torlonia e il quartiere Coppedè
Roma razionalista e popolare : Il quartiere Garbatella

SERATA ALL’OPERA
Spettacolo all’aperto “La Traviata “ alle Terme di Caracalla. (Attività a pagamento)

LE VIE DEL GUSTO - VIAGGIO NELLA ROMA DEI SAPORI

-Incontro con la scrittrice Ilaria Beltramme
Roma da mangiare. Viaggio nella gastronomia romanesca e nei piatti dei romani per tracciare una storia recente della Città Eterna dal punto di vista delle osterie, del Mattatoio, delle macellerie e dei suoi vicoli.
Può un piatto di spaghetti alla carbonara raccontarci Roma come un trattato di storia dell'arte, o di sociologia? Le ricette della tradizione romanesca non hanno radici profonde come la città in cui sono nate, né una storia tanto nobile. Eppure riescono comunque a rappresentare un filo da seguire per ritrovare Roma e i romani. Questa è la Roma dei carrettieri a vino e dei macellai, dei pescivendoli del Portico d'Ottavia, dei burini che arrivavano da fuori con i loro viveri ed è la storia del “primo comune agricolo d'Europa” (definizione ancora valida per l'Urbe) in cui gli oliveti e i carciofeti trionfavano fra le Mura Aureliane, così come il Mausoleo d'Augusto, la collina davanti all'Ara Pacis, era piantato a lattuga. Ci parla di una gastronomia povera, “inventata” dai reietti per vincere la fame, che ha saputo superare le barriere sociali fino ad essere ammessa nelle case più ricche, diventando la cucina di tutti. Infine, è anche la storia dei tanti orti cittadini che dall'anno Mille “si presero” la città rendendola buona da morire oltre che bella da star male.

Ilaria Beltramme È nata a Roma 45 anni fa e spera di morirci vecchia e felice il più tardi possibile. Da oltre dieci pubblica per Newton Compton e Mondadori romanzi storici e titoli dedicati alla Città Eterna e alla sua storia. Alcuni fra i suoi titoli più famosi: “101 cose da fare a Roma almeno una volta nella vita” (a oggi oltre venti ristampe), “Magna Roma”, “La storia di Roma in 100 monumenti e opere d’arte”. E i romanzi storici, “Il papa guerriero” e “La società segreta degli eretici”, con cui è stata presentata al Premio Strega. I suoi libri hanno venduto oltre 150mila copie. È ancora convinta che il Tevere sia una divinità.

-I vini del Lazio Seminario-degustazione: Incontro con presentazione e degustazione di alcuni vini di particolare pregio accompagnati da specialità gastronomiche regionali a cura del Sommelier Filippo Durango. Enoteca “Uve e Forme” (Attività a pagamento)

-Roma a tavola Cena in una trattoria del popolare quartiere Testaccio per gustare i piatti tipici della tradizione romana. (Attività a pagamento)

DOCENTI
Loredana Chiappini è responsabile della didattica e della formazione insegnanti presso il centro “Torre di Babele” dal 1988. E’ autrice, insieme a Nuccia De Filippo, dei manuali “Un giorno in Italia 1” e “Un giorno in Italia 2” Bonacci Editore , “Un nuovo giorno in Italia A1”, “Un nuovo giorno in Italia A2”, “Un nuovo giorno in Italia B1” Bonacci-Loescher editore e” Un nuovo giorno in Italia B2” - in via di pubblicazione presso Bonacci-Loescher editore e del testo “Congiuntivo che passione!” Loescher editore. Svolge inoltre attività di aggiornamento per insegnanti sia in Italia che all’estero.

Nuccia De Filippo  è responsabile della didattica e della formazione insegnanti presso il centro “Torre di Babele” dal 1988. E’ autrice, insieme a Loredana Chiappini, dei manuali “Un giorno in Italia 1” e “Un giorno in Italia 2” Bonacci Editore , “Un nuovo giorno in Italia A1”, “Un nuovo giorno in Italia A2”, “Un nuovo giorno in Italia B1” Bonacci-Loescher editore e” Un nuovo giorno in Italia B2” - in via di pubblicazione presso Bonacci-Loescher editore e del testo “Congiuntivo che passione!” Loescher editore. Svolge inoltre attività di aggiornamento per insegnanti sia in Italia che all’estero.

Roberto Tomassetti è docente e formatore di docenti di lingua italiana per stranieri presso la Torre di Babele, per cui lavora dal 1994. Si occupa anche di didattica on-line e di formazione a distanza. È in possesso della certificazione DITALS e del diploma di Specializzazione in didattica dell’italiano come lingua straniera dell’Università per Stranieri di Siena. E’ Dottore di Ricerca in linguistica e didattica dell’italiano a stranieri. Fa parte della commissione scientifica DITALS, per cui svolge varie attività tra cui la creazione e la valutazione dei test d’esame. Svolge attività di formazione e aggiornamento per insegnanti sia in Italia che all’estero. E’ autore del testo Le competenze dei docenti e dei formatori di italiano L2 edito da Novalogos.

ORARI DEL CORSO
Download del programma di aggiornamento con orari

DATE DEL CORSO
Modulo A - dal 2 al 13 luglio - 50 lezioni incluso programma culturale

Modulo B - dal 2 al 6 luglio - 25 lezioni incluso programma culturale

Modulo C - dal 9 al 13 luglio - 25 lezioni incluso programma culturale

PREZZI
Tassa di iscrizione: 80 euro – per 2 settimane di corso

Tassa di iscrizione: 40 euro – per 1 settimana di corso

Modulo A - 2 settimane - 450 euro

Modulo B - 1 settimana - 250 euro

Modulo C - 1 settimana - 250 euro

Nel prezzo del corso sono compresi:
-servizio ricerca alloggio
-corso di 50 lezioni (1 lezione = 45 minuti) per il modulo A
-corso di 25 lezioni (1 lezione = 45 minuti) per il modulo B o C
-materiale didattico
-attività culturali
-attestato di frequenza

Non sono compresi:
-tassa di iscrizione (80 euro / 40 euro)
-alloggio
-spese di viaggio per eventuali attività durante il week-end
-biglietti di ingresso per musei, gallerie d'arte, concerti, eventi, serate in pizzeria o ristorante, serate in enoteca, serate all'opera

ALLOGGIO

Per la durata del corso vengono offerte varie possibilità di alloggio. Ai partecipanti provenienti dall’estero o da altre città d’Italia la scuola offre un servizio di ricerca alloggio in hotel, B&B o in camere presso privati.
Si consiglia di prenotare le camere con largo anticipo. Sono disponibili stanze doppie o singole. Le stanze sono disponibili dalla domenica prima dell'inizio del corso alla mattina del sabato successivo alla fine del corso.
Per richieste di alloggio particolari (monolocali o appartamenti indipendenti), si prega di contattare la segreteria della scuola.

ISCRIZIONE E MODALITÀ DI PAGAMENTO
Si prega di effettuare l’iscrizione compilando il seguente modulo e inviandolo a info@torredibabele.com .

Download del modulo d'iscrizione aggiornamento 2018

Saldo del pagamento: Il saldo dovrà essere effettuato all’inizio del corso e non sarà restituito in caso di interruzione.

Rinuncia al corso: L’intera somma pagata verrà rimborsata – eccetto le spese bancarie – se la rinuncia al corso perverrà alla scuola almeno 15 giorni prima dell’inizio del corso. Nessun rimborso può essere effettuato se la comunicazione della rinuncia perverrà dopo questo termine. Cancellare dopo l’inizio del corso non è possibile.