News

7 piatti della cucina romana da gustare

30, March 2017

Disponibile in :   Italiano

La cucina tradizionale romana è una cucina di origini contadine e dagli ingredienti poveri, soprattutto verdure e parti di carne meno pregiate. La fantasia dei romani riesce però a trasformare questi ingredienti in cibi gustosi e mai banali che si possono consumare a costi bassi nei tipici ristoranti (le trattorie e le osterie) sparsi per tutta la città. Questi sono i 7 piatti più buoni e più comuni nelle tavolate romane. Buon appetito!

1 – Pasta Cacio e Pepe
La pasta “cacio e pepe” è forse il piatto più semplice della cucina romana, ma se preparato bene è tra i più buoni. Il piatto è composto da pasta (spesso tonnarelli), tanto pecorino grattugiato che con il calore si trasforma in una crema di formaggio (il “cacio”) e una spruzzata di pepe nero macinato.

Dove mangiarla: Per assaggiare una delle migliori Cacio e Pepe di Roma, andate all’Antica Hostaria dei Ghiottoni (via Petritoli 9). Qui la pasta viene servita dentro una forma di pecorino romano, proprio come vuole la tradizione.

2 - Pasta all’Amatriciana
L’amatriciana nasce ad Amatrice, un paese non lontano da Roma. Da inizio ‘800 questa pasta è entrata nei menù della cucina romana perché molti proprietari di trattorie della Capitale erano originari proprio di Amatrice. I bucatini sono la pasta tipica di questo piatto, la loro forma è perfetta per trattenere un sugo molto corposo composto da pomodoro, pecorino e guanciale (la guancia del maiale).

Dove mangiarla: La caotica trattoria “Vecchia Roma” (Via Ferruccio 12) nel quartiere dell’Esquilino, vicino Termini, prepara un’ottima amatriciana.

3 - Pasta alla Carbonara
La pasta alla Carbonara è un piatto dalle origini misteriose e compare nella cucina romana solo dopo la fine della seconda guerra mondiale. Gli ingredienti (pancetta e uova) suggeriscono un’ispirazione americana, molti soldati statunitensi infatti si trovavano a Roma nel periodo della liberazione del 1944.

Dove mangiarla: Andate all’”Antica Trattoria da Carlone” (Via della Luce 5) a Trastevere, dove cucinano una delle carbonare più buone e abbondanti di tutta la città.

4 – Carciofi alla Giudìa
Il “carciofo alla giudìa” è un carciofo fritto più volte nell’olio bollente, quindi molto croccante; come suggerisce il nome, è un cibo tipico della comunità ebraic originaria di Roma. La tradizione di questo piatto è molto antica, risale addirittura al XVI secolo.

Dove mangiarli: Qualsiasi ristorante del quartiere ebraico di Roma, il Ghetto, cucina ottimi carciofi alla giudìa, tra questi uno dei migliori e dei più famosi è sicuramente “Giggetto”(Via del Portico d’Ottavia 21).

5 – Saltimbocca alla romana
I saltimbocca sono fettine di carne di vitello farcite da fette di prosciutto e foglie di salvia, cotte in padella e condite da vino bianco in abbondanza. È un piatto ormai diffuso in tutta Italia, ma la sua versione più celebre è proprio quella romana.

Dove mangiarli: All’”Hostaria da Enzo” (Via Ostiense 36) vicino Piramide, cucinano, tra le tante altre specialità romane, saltimbocca deliziosi.

6 – Coda alla Vaccinara
La coda alla Vaccinara è uno dei cibi più caratteristici della gastronomia popolare romana ed è tipico delle zona del Mattatoio a Testaccio. Anticamente solo gli operai del Mattatoio cucinavano la coda del bovino, considerata carne di scarto, e la preparavano con il pomodoro, il sedano, l’uvetta, i pinoli e il vino bianco. Il risultato è un piatto di carne con un sugo dal sapore molto deciso.

Dove mangiarla: È obbligatorio mangiare la coda alla Vaccinara nel luogo dove è stata inventata a fine ‘800: ovvero da “Checchino” a Via di Montetestaccio 30 nel quartiere di Testaccio.

7 – Abbacchio alla Scottadito
L’abbacchio è un agnello giovane dalla carne molto tenera, ed è un cibo tipico delle feste, soprattutto del periodo di Pasqua. Ci sono tanti modi per cucinare l’abbacchio, una delle versioni più famose a Roma è quella alla Scottadito: costolette grigliate servite caldissime, così calde da “scottare le dita”.

Dove mangiarlo: L’abbacchio alla Scottadito è una specialità del ristorante “Da Roberto e Loretta” (Via Saturnia 18) a San Giovanni. Ma anche all’”Osteria Bonelli” (Via dell’Acquedotto Alessandrino 172), servono dell’ottimo abbacchio. Provateli entrambi.

SCOPRI I NOSTRI CORSI Corsi di italiano per stranieri
Formazione insegnanti di italiano per stranieri e corsi DITALS


Ultime news dal sito

Le 7 piazze più belle di Roma

Le piazze a Roma sono davvero tante e importanti, abbiamo selezionato una lista delle 7 piazze più belle e interessanti della Capitale.

Find out more

I 7 migliori fiori di zucca di Roma

Il fiore di zucca fritto è un classico della cucina romana. Ecco una lista dei migliori locali dove mangiare un fiore di zucca a Roma.

Find out more

Degustazione di vini romani: un’esperienza meravigliosa

L’azienda vinicola ha accolto gli studenti per una serata di comunicazione e, ovviamente, di degustazione dei vini e di altri prodotti tipici dell’azienda.

Find out more

Le 7 fontane più belle di Roma

Tra i monumenti più belli e importanti di Roma ci sono le sue numerose fontane. Abbiamo selezionato per voi una lista delle 7 fontane più belle di Roma.

Find out more

7 cose da vedere a Monti

Il rione Monti è un quartiere molto centrale di Roma, tra la stazione Termini e il Colosseo. Perdetevi nelle tantissime viuzze piene di negozi vintage e botteghe artigianali, e godetevi la nostra lista delle 7 cose da fare assolutamente a Monti.

Find out more

Le 7 migliori colazioni a Roma

È importante iniziare la giornata con una colazione di qualità, e se non abbiamo tempo di prepararci qualcosa a casa è indispensabile conoscere dei buoni bar. Ecco la nostra selezione dei 7 migliori locali di Roma per una colazione super!

Find out more